Simulare il volo di un pallone sonda

Quando si pianifica una missione near space su pallone sonda, sia per ricerca scientifica, sia per semplici riprese fotografiche uno dei pericoli e delle preoccupazioni maggiori del progettista è quello di perdere tutto il carico utile e il lavoro effettuato, se nella giornata di lancio le correnti atmosferiche e i venti sono troppo forti tanto da spingere il leggero pallone fuori da una rotta sicura per poi farlo precipitare in mare o in una zona dove il recupero sarebbe difficoltoso.

Fortunatamente esiste una validissima applicazione gratuita e consultabile online che ci viene in aiuto e ci permette di calcolare fino a 7 giorni di anticipo la probabile zona di atterraggio. Il software tiene conto dei venti, delle correnti atmosferiche e di altre variabili che incidono sul volo del pallone dando così un risultato abbastanza attendibile. Ci siamo documentati su lanci di palloni sonda di altri gruppi di ricerca e abbiamo scoperto che spesso la zona di atterraggio prevista dal simulatore dista da quella reale qualche chilometro, dato che abbiamo potuto verificare direttamente in uno dei nostri lanci. Dunque uno strumento utilissimo per poter pianificare al meglio la nostra missione spaziale. Questa utilissima applicazione la si può trovare collegandosi al seguente link:  http://habhub.org/predict

    HABHUB

Schermata tipo che ci appare collegandoci al sito

Ovviamente per ottenere una simulazione buona e abbastanza veritiera bisogna inserire i dati relativi al tipo di pallone, al peso del carico utile e all’altitudine che si vuole raggiungere nel modo più preciso possibile per consentire al programma di elaborare una simulazione molto accurata. Inoltre nel software c’è integrato una appplicazione abbastanza utile chiamata Burst Calculator che ci perette di sapere con molta precisione dati utilissimi come la quantità di elio da caricare nel pallone, la durata del volo e la velocità di salita del pallone.

Un ultimo dato utile da sapere per ottenere una buona simulazione è quello chiamato Descent Rate, relativo alla velocità di discesa del carico una volta che il pallone sarà scoppiato, questo dato dipende dalla grandezza del paracadute usato e a meno che non siete pratici con le formule per il calcolo della velocità di discesa, spesso i produttori di paracaduti vi danno già questi valori in base alla grandezza del paracadute e al peso massimo del carico per un atterraggio sicuro. Tuttavia c’è da considerare che alle grandi altitudini la resistenza che il paracadute esercita è quasi nulla perché la densità dell’aria è molto inferiore rispetto alle quote più basse.

HABHUB2

 Esempio di Burst Calculator